Pro Loco di Monteforte d'Alpone  - Verona



locandina aquiloni


    Monteforte d'Alpone, posto all'estremo sud della Val d'Alpone, con i suoi 1900 ettari di terreno agricolo, 1500 dei quali a vigneto e con circa 1000 aziende iscritte all'albo, č il paese a pių alta densitā viticola del Veneto e forse anche d'Italia.
  Il paese deve probabilmente il nome alla funzione difensiva assegnatagli dai Romani, che lo vollero a protezione della via Postumia: in seguito, nel X sec., vi fu eretto anche un castello a difesa dalle scorrerie degli Ungari, sui pochi resti del quale oggi sorge la chiesetta di S. Antonio Abate, patrono del paese. Diventato feudo dei conti Sambonifacio, Monteforte passō ai vescovi di Verona, ai quali rimase fino al 1705.
  A questo periodo risale il Palazzo Vescovile, un vero gioiello architettonico, innalzato dal vescovo di Verona Ermolao Barbaro, su progetto di Michele da Caravaggio. Di aspetto imponente e massiccio, racchiude al suo interno un elegante cortile a duplice loggiato, tutto a colonne in marmo rosso, con capitelli a grosse foglie negli angoli, che incorniciano un chiostro rinascimentale, con al centro un pozzo.
   Nel 1810 infine Monteforte divenne capoluogo del Cantone VIII, aggregando anche le frazioni di Brognoligo e Costalunga che dal Duecento erano Comune autonomo.
   Per chi arriva dalla strada provinciale il colpo d'occhio sul paese č di sicuro effetto: un gruppo di case disteso in una conca verdissima, screziata in primavera dal bianco delicato dei ciliegi.

Flash non presente !!

 Foto di Pino Monaco

 

     Sono numerose le escursioni che si possono fare partendo da Monteforte. Tre i principali itinerari consigliati:
la panoramica dei colli, percorribile anche in mountain bike, si snoda tra le frazioni di Brognoligo e Costalunga toccando numerosi punti panoramici;
il percorso circolare dei 10 capitelli si svolge tra i vigneti della zona storica ed č aperto tutto l'anno. L'intero percorso č segnalato con cartelli in legno, mentre altri cartelli riportano il nome dei diversi capitelli che via via s'incontrano.
Il terzo itinerario č detto La campagna: si tratta di un percorso totalmente pianeggiante attraverso campi e vigneti, ideale per gli appassionati di mountain bike.
  Per qualsiasi info relativamente a questi percorsi rivolgersi alla Pro Loco di Monteforte; in alternativa (giorni feriali e orario ufficio) all'Ufficio Cultura del Comune.
  La Strada del Vino: una quarta escursione, ben pių lunga e impegnativa, che č possibile fare, riguarda la zona di produzione del Soave. L'itinerario si snoda tra aziende, punti vendita, ristoranti, attrattive storiche ed ambientali.
  La promozione turistica č curata dall''Associazione Strada del Vino Soave, che ha sede presso il Consorzio di Tutela dei Vini e dallo IAT EST VERONESE , Informazione e Accoglienza Turistica, iat@estveronese.it, con sede al Foro Boario, 1 Soave VR - tel.e fax 0456190773
Ora č on-line anche il nuovo portale turistico e territoriale www.veronaest.it, promosso dal Consorzio Pro Loco Verona Est, che ha lo scopo di promuovere il territorio nella sua tipicitā e accoglienza.

Logo della ProLoco

Direttivo Pro Loco

Eventi

Servizi

Archivio Pro Loco

Monteforte a 360°

Validatore codice XHTML 1.0

Validatore codice css2

Ti trovi in: Homepage

 Logo del comune di Monteforte

Comune di Monteforte

 

Unione Nazionale Pro Loco

Pro Loco Nazionale

 

Unione Regionale Pro Loco

Pro Loco Regionale

 

Unpli Verona

Pro Loco Provinciale

 

Consorzio Tutela Soave

Consorzio Tutela Vino Soave

 

Strada del vino soave

Strada del Vino Soave

 

Strada del vino soave

Cittā del Vino

 

Verona Tuttintorno

Verona TuttIntorno

 

consorzio VR est

Consorzio Pro Loco Verona EST

 

Consorzio Monte Veronese

Consorzio Monte Veronese

 

AVIS Monteforte

AVIS di Monteforte


AVIS Monteforte

Brognoligo Costalunga

 

Hellas Monteforte

Divinus Bike

 

Sarmazza

La contrada di Sarmazza

 

Praja

La contrada di Praja

Meteo Monteforte

Il meteo a Monteforte

 

Meteo Veneto

Il meteo della Regione

 

fossile di Bolca   fossile di Roncā

I fossili di Bolca
I fossili di Roncā